Home Sport Il Corato calcio guarda al futuro ma con il sostegno del presente

Il Corato calcio guarda al futuro ma con il sostegno del presente

0

Il calcio coratino, quello con i colori di una storia, quelli neroverdi, è arrivato ad uno dei suoi tanti incroci che, dal 1946 anno di fondazione, ha sempre attraversato con onore e attaccamento per la sua maglia, la sua storia e i suoi innumerevoli tifosi.

Dopo gli anni in cui il patron Giuseppe Maldera ha retto con grandi sforzi economici e non solo, la guida del Corato, è arrivato il momento di voltare pagina, ma senza cancellare e dimenticare quanto di buono è stato fatto nel passato.

Dopo anni intensi che ci hanno regalato tante soddisfazioni, ripartiamo con una nuova società formata da un gruppo di persone già presenti nell’organigramma delle stagioni passate e nuove figure che, con rinnovato entusiasmo, saranno pronte a dare vita ad una stagione calcistica dove sostenibilità e valorizzazione dei giovani saranno i punti cardine del progetto.

Tornare a dare allo sport ed al calcio locale il giusto valore: quello del coinvolgimento delle famiglie, del divertimento, della sostenibilità sarà il credo della nuova stagione. Non si ripartirà da zero, ma il prossimo campionato di Eccellenza ci troverà predisposti ad affrontare nuove avventure in cui saremo pronti ad essere sempre protagonisti, ma per farlo, oggi più che mai, avremo bisogno di tutti gli sportivi e tifosi di Corato, non solo quelli amanti del calcio, ma anche degli appassionati di tutte le discipline sportive della nostra città perché noi crediamo che, nel fare “sistema sport”, la nostra città non può che crescere anche in questa direzione.

Oggi abbiamo bisogno di rinforzare la nostra dirigenza con l’ingresso di nuovi investitori che vorranno condividere con noi questa idea di calcio e sport, con la stessa passione e determinazione che li ha resi imprenditori.

Il nostro auspicio è che entro la prima decade di luglio la base dirigenziale si sia ampliata in maniera tale che si potrà avere più chiaro il budget a disposizione e pianificare con tranquillità la stagione sportiva 2022/23.

È il momento che le belle parole si traducano in azioni concrete e ricordate che «Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano. Ma se non ci fosse quella goccia all’oceano mancherebbe».

Articolo precedenteMiss Italia, torna la bellezza in piazza Cesare Battisti. Isabella Lapenna è Miss Corato (Foto)
Articolo successivoAl via la 22esima edizione di “Brisighella sotto le stelle”: il programma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.