Home Calcio Bozzi regala il successo e la fuitina con il Barletta

Bozzi regala il successo e la fuitina con il Barletta

0

La classifica inizia a delineare le protagoniste del girone A di Eccellenza

Tanto tuonò che piovve.
Una pressione insistita quella del Corato, ma premiata solo poco oltre la mezz’ora del 2° tempo dal rapace d’area Giuseppe Bozzi.
Una vittoria sofferta oltre misura, ma meritata per il costante pallino in mano agli uomini di Olivieri.
Il Canosa, in virtù del suo evidente gap tecnico e forte di una buona prestanza fisica, si è rintanata nella propria metà campo, per l’intera gara, uscendo dal guscio solo a gol subito.
Ritmi non elevatissimi, per via del caldo ancora estivo, ma con i neroverdi che imprimono alla sfida l’idea di superiorità già dai primi minuti, al 5′ con un ponte aereo di Daiello per un compagno anticipato ed al 7′ con Bozzi, che incespica prima del tiro.
L’altamurano è ancora protagonista intorno la mezz’ora, seguito da Ngom.
Il Canosa arretra ancora il suo baricentro ed il Corato fa fatica a penetrare, fino al 67′ con una incursione del subentrato Frappampina, che dà maggiore vivacità e concede a Di Rito l’opportunità della rete, evitata per una respinta, secondo l’argentino con un braccio, ripetendosi 4′ dopo con un tiro a giro alto.
Si sente profumo di gol, che arriva al 78′: scambio Ventura-Frappampina, con quest’ultimo che cerca la caparbia azione personale, fino a colpire il palo e sfera ribadita in rete da Bozzi.
È solo allora che si vede il Canosa tentare la rete, con Kone’ che sfugge a Ianniciello a cui si oppone in uscita Addario.
Detto di una debole inzuccata di Del Latte, il triplice fischio dell’arbitro, dopo il quale è espulso Sangare’ per proteste, sancisce la fuitina in coppia di Corato e Barletta.
Domenica, in casa natale del Vieste di mr. Olivieri, ci sarà una vera prova del 9, in concomitanza con la trasferta del Barletta tra le mura del Borgorosso a Molfetta.
Il campionato entra nel vivo

Articolo precedenteMalviventi a volto coperto rubano uno scooter, ma incrociano i vigilanti e scappano
Articolo successivoAnimazione sociale e valorizzazione degli spazi urbani: a Corato nasce “Sciucuà”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.