Home Basket NMC, brutto falso passo a Brindisi

NMC, brutto falso passo a Brindisi

0

Continua la maledizione trasferta per la Nuova Matteotti Corato che non riesce a dare continuità al successo casalingo contro Molfetta e subisce al PalaZumbo di Brindisi la terza sconfitta in altrettante gare disputate lontano dal PalaLosito: 90-57 il risultato finale per i padroni di casa.

Coach Cristofaro sceglie per il suo “starting five” Fouce, Stonkus, Janha, Pulli e Caloia. Dall’altra parte coach Patella deve fare i conti con la pesante assenza di Paulauskas e schiera dal primo minuto Baldin insieme ai “soliti” Gatta, Formica, Razic e Olocco.
Il risultato finale può dare l’idea di una partita senza storia ma l’approccio alla gara da parte della NMC è stato a dir poco esaltante: pronti e via ed è subito 0-8 per i ragazzi di coach Patella grazie alla bomba di Formica e ai canestri di Olocco. Avvio opaco di Brindisi che non trova la via del canestro a causa della buona organizzazione difensiva di Corato, che allo stesso tempo è anche efficace in attacco: la seconda tripla di Formica e i cinque punti consecutivi di Razic consentono alla NMC di andare sul +14 (4-18).
Brindisi prova ad entrare in partita con un break di 6-0 al quale risponde subito Corato con il canestro di Baldin. Nel finale di quarto i punti di Pulli e Stonkus portano Brindisi a -7: 13-20 al 10′.

Il secondo quarto si apre con la tripla di Gatta ma la squadra di coach Cristofaro, trascinata dal tandem Stonkus e Fouce, si iscrive definitivamente alla partita e accorcia le distanze (25-29). Purtroppo la NMC è la brutta copia di quella entusiasmante dei primi 10 minuti e non riesce a contenere la vena realizzativa dei brindisini che con Epifani, Janha e Fouce firma un parziale di 11-0 e mette la freccia (36-29). L.Markovic e Olocco provano a tenere Corato in linea di galleggiamento e il tabellone recita 44-37 all’intervallo lungo.

All’uscita dagli spogliatoi, i ragazzi di coach Patella tentano di riprendere le redini della partita con Formica e Razic (48-44) ma è solo un fuoco di paglia. I padroni di casa sono davvero letali in attacco sfruttando ogni errore della NMC che fatica anche a creare buone trame offensive: il break mortifero di 17-0 messo a segno da Caloia e compagni è un duro colpo da digerire per Corato. Il terzo quarto termina 65-45.

Il quarto periodo inizia come era finito il terzo: Brindisi assoluto padrone del campo e Corato che paga a caro prezzo l’assenza di Paulauskas sotto le plance e la serata storta dei suoi principali terminali offensivi.
Ultimi minuti di gioco che servono solo per le statistiche con entrambe le squadre che schierano sul parquet i loro under fino al 90-57 finale: da sottolineare per Corato la buona prova di L.Markovic (autore di 9 punti).

DINAMO BASKET BRINDISI – NUOVA MATTEOTTI CORATO 90-57

BRINDISI: Greco, Scivales 2, Patrizio 2, Epifani 12, Janha 13, Stonkus 19, Fouce 21, Pulli 10, Caloia 9, Mongelli n.e., Longo 2, Mazzeo. Coach: Cristofaro

CORATO: Altieri, Gatta 3, Olocco 16, Paulauskas n.e., Razic 9, Baldin 6, Angarano 2, N.Markovic, L.Markovic 9, Bojang, Formica 12. Coach: Patella

Parziali: 13-20; 44-37; 65-45; 90-57

Arbitri: Settembre di Gravina e Ceo di Bari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedente“Un ciclamino per l’Adisco”, una mattinata di solidarietà in piazza
Articolo successivoSconfitta contro la Luiss Roma per l’Adriatica Industriale Corato

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.