Home Sociale Lotta ai tumori al seno: l’Esercito alla Race for the Cure di...

Lotta ai tumori al seno: l’Esercito alla Race for the Cure di Bari

0

In Puglia l’Esercito corre per la “Susan Komen Italia” a favore della lotta ai tumori al seno.

Questa mattina l’Esercito Italiano ha preso parte alla “Race for The Cure”, la manifestazione sportiva organizzata ogni anno dalla “Susan Komen Italia”, associazione di volontariato che opera nell’ambito della lotta ai tumori al seno, per sensibilizzare la popolazione su questa delicata tematica e sulla importanza della prevenzione.

L’evento, suddiviso in una corsa agonistica ed una non competitiva sul medesimo percorso di 5 km, ha visto la partecipazione di una squadra di militari in forza al Comando Militare Esercito “Puglia” in sinergia con la Brigata Meccanizzata “Pinerolo”, che hanno “corso in rosa” a testimonianza della grande sensibilità che la Forza Armata ripone nelle tematiche relative alla prevenzione e alla cura delle malattie, quale indispensabile veicolo per il mantenimento dell’efficienza operativa del personale militare.
L’evento si è aperto con il concerto delle bande della Brigata Meccanizzata Pinerolo e del Comando Scuole della 3^ Regione Aerea che hanno eseguito brani della tradizione militare e popolare.
Come nelle scorse edizioni, gli atleti dell’Esercito sono stati tuuti protagonisti di ottime prestazioni, in particolare con il Caporal Maggiore Capo Scelto Vincenzo Trentadue il caporal maggiore Antoni Pinto, che si sono classificati rispettivamente al primo e al terzo posto.
Il Comandante Militare Esercito “Puglia”, Colonnello Pietro Maraglino, durante la fase di premiazione, ha evidenziato come gli uomini e le donne dell’Esercito siano sempre vicini allo sport in tutte le sue forme, in particolar modo quando ad esso si affiancano attività di alto spessore sociale come la “Race for The Cure”.
Al Comando Militare Esercito “Puglia” è stata, inoltre, dedicata una targa di riconoscenza da parte della “Susan Komen Italia” per l’attiva e la partecipazione alla gara benefica a cui, anche quest’anno, hanno preso parte oltre ventimila persone, tra atleti agonisti e amatori.

Articolo precedenteDemos al suo primo congresso nazionale per una politica sempre più solidale
Articolo successivoReferendum del 12 giugno: sorteggio degli scrutatori

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.