Home Notizie da Andria ANDRIA – (VIDEO e FOTO) Il candidato sindaco Michele Coratella: “Vogliamo una...

ANDRIA – (VIDEO e FOTO) Il candidato sindaco Michele Coratella: “Vogliamo una città sana, sicura e vitale”

0

Metodo, competenza e serietà. E’ da questi tre concetti che intende far ripartire la città di Andria, il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, l’avvocato Michele Coratella.

In un incontro avvenuto questa mattina con la stampa, il candidato pentastellato scende in campo per la seconda volta proponendosi alla guida della città e puntando alla sicurezza, legata al tema dell’ordine inteso come ripristino della legalità, fondamentale per tutti e utile alle attività commerciali per svilupparsi e lavorare in tranquillità. Altro problema da affrontare sarà quello della salute, della discarica di San Nicola La Guardia, causa primaria dei problemi ambientali.

E ancora, il tema della mobilità al fine del miglioramento della qualità della vita dei cittadini andriesi. Disincentivazione all’utilizzo dell’auto propria e maggiore fruizione dei mezzi pubblici, è anche questo uno degli obiettivi del candidato sindaco Michele Coratella, insieme alla riduzione drastica delle strisce blu da sostituire con le corsie preferenziali per i bus urbani.

Energia del cambiamento, quindi, necessaria da parte di tutti per risollevare la città, compresi la classe dirigente e i cittadini.

Andria sicura, sana e vitale. Questa sera, alle ore 19:30 in Viale Crispi angolo Via Regina Margherita, si terrà quindi la presentazione ai cittadini alla presenza della consigliera regionale Grazia Di Bari, il deputato Giuseppe D’Ambrosio, l’eurodeputato Mario Furore e la candidata alla presidenza della Regione Puglia, Antonella Laricchia.

 

 

Articolo precedenteANDRIA – (VIDEO e FOTO) Laura di Pilato parla ai cittadini: “Andria violentata. Bisogna farla rinascere!”
Articolo successivoPuglia, Coronavirus: 3 casi in provincia di Lecce e 1 in quella di Bari

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.