Home News Speriamo che le amministrative a Corato non diventino una farsa…

Speriamo che le amministrative a Corato non diventino una farsa…

0

Forse ci siamo! L’ufficializzazione di tutti i candidati sindaci alle prossime amministrative sembrerebbe definita al netto di un’ultima probabile candidatura, dopodiché il quadro dovrebbe essere completo.

La lunga lista di candidati sindaci trascinerà inevitabilmente la candidatura di molti aspiranti al consiglio comunale che potrebbero essere oltre i seicento.

Corato è appena entrata nel vortice della vera e propria campagna elettorale all’insegna di grandi manifesti propagandistici, cene e comitati, tra quelli già nati, e quelli che ancora verranno allestiti in ogni dove della città.

C’è anche chi, già da tempo, è partito con la propria comunicazione qualcuno optando per una linea sobria e chi invece per una linea in grande stile, quasi da notte degli Oscar.

Un nome che circolava da un po’ nei corridoi della politica coratina era quello di Carlo Sacco che finalmente, sabato 6 aprile, ha deciso di palesarsi durante una conferenza stampa prontamente annunciata agli organi d’informazione locale.

Tutti si aspettavano la dichiarazione della discesa in campo di questo neonato movimento politico invece, ci siamo ritrovati dinanzi ad un annuncio a dir poco paradossale circa il ritiro della candidatura a sindaco dello stesso Sacco.

Qualcuno si chiede – Perché indire una conferenza stampa da parte di un movimento politico completamente sconosciuto alla gran parte dei coratini? – Che bisogna c’era?-

In tempi non sospetti su questa lista delle stranezze si erano verificate infatti, alcuni mesi fa, una testata locale online annunciava con un articolo la nascita di un movimento politico denominato Forza4 omettendo le figure che lo rappresentavano lasciando quasi intendere una vera e propria operazione di marketing.

Tornando al contenuto della conferenza stampa, il probabile candidato sindaco Sacco ha dichiarato che nonostante avesse già pronte due liste, una di 24 nomi (Forza4) e di un’altra di 18, a sostegno della sua candidatura, il programma e la squadra di governo composta da persone provenienti dalla società civile, ha preferito rinunciare visto il quadro politico cittadino così frastagliato.

Da quanto è emerso sarebbe stata l’unica coalizione già bella e pronta per poter potenzialmente governare la città, a differenza  delle altre coalizioni che ancora oggi non riescono a mettere insieme un numero di candidati sufficiente per comporre le liste, figurarsi pensare a una squadra di governo già pronta.

A questo punto sarebbe auspicabile, se possibile, rendere pubblica la composizione delle 2 liste e quella dei potenziali componenti della giunta, allegando anche il programma.

Questo servirebbe a far comprendere meglio ai coratini il lavoro fatto in questi mesi e soprattutto sgomberare il campo da dubbi e sospetti da quella che sembrava celare una vera e propria operazione di marketing.

 

 

Articolo precedenteNMC a Mesagne per confermare il super trend – Restare in scia della capolista al giro di boa della Poule Promozione
Articolo successivoBasket Corato, la meravigliosa prestazione non basta: San Severo passa 85-88

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.