Home Salute Carenza di medici e salute a rischio, l’ospedale Umberto I di Corato...

Carenza di medici e salute a rischio, l’ospedale Umberto I di Corato sempre più verso il declino

0

La sorte incerta dell’ospedale Umberto I di Corato che nei giorni scorsi è stata al centro di discussioni, sembra non essere stata pienamente risolta nonostante i contrastanti proclami balzati agli onori della cronaca da parte di figure istituzionali locali che a turno hanno incontrato i vertici sanitari regionali.
Venerdì 22 aprile, anche in consiglio comunale, tra i punti all’ordine del giorno particolare attenzione verrà posta sulla discussione dell’offerta sanitaria prevista per il Comune di Corato, ma nel frattempo le notizie che ci giungono riguardo l’andamento operativo del nosocomio coratino non sono confortanti.
Si registra un’ulteriore perdita per il reparto di cardiologia poiché anche la dottoressa cardiologa, Carmela Granieri è andata via oltre al dottor Campanelli, specialista in cardiologia ed internista cardiologo presso il reparto di cardiologia dell’Umberto I di cui, qualche giorno fa notiziavamo circa il suo addio, che in una lettera di commiato indirizzata all’ospedale e alla cittadinanza tutta, esprimeva tutto il suo disappunto e disagio nei confronti di un sistema sanitario sordo alle grida dei medici nonché alla salute del cittadino, lasciando intravedere una situazione del nostro nosocomio sempre più in declino, che trova conferma purtroppo anche in un lento depauperamento delle attività mediche del pronto soccorso dell’Umberto I.
A farne le spese pare sia anche l’assistenza ortopedica notturna, da quanto si apprende, infatti, gli utenti, vittime di incidenti, che da qualche giorno si rivolgono al pronto soccorso di Corato non possono più usufruire della consulenza ortopedica lì dove necessaria, in quanto irreperibile il medico competente atto a valutare lo stato o meno di gravità di eventuali traumi ,costringendo gli stessi pazienti a spostarsi presso altre strutture ospedaliere che nella maggior parte dei casi coincide con l’ospedale di Andria.
Ma non sarebbe l’unico disagio perché proprio nelle ultime ore pare che la stessa situazione si stia verificando anche per i pazienti con problematiche chirurgiche che negli ultimi giorni non possono avvalersi della consulenza del chirurgo perché assente nel presidio ospedaliero nei turni pomeridiani, mentre a garantire l’unica guardia mattutina ci sarebbe la presenza di un solo chirurgo.
A darci notizia di questo ulteriore disservizio è proprio un utente che ha dovuto spostarsi presso il presidio ospedaliero di Molfetta per poter usufruire appunto della consulenza chirurgica mancante a Corato.
Non si comprende se questi disagi possano essere solo momentanei o perpetrarsi nel tempo, quel che è certo è che mentre continua la querelle politica sul nostro ospedale,(con annesse passerelle di politici documentate dai consueti selfie) la situazione diventa sempre più disastrosa, come al solito a discapito degli utenti e del personale sanitario che deve operare in affanno.

Articolo precedenteLa questione sanità a Corato al centro del consiglio comunale. Mascoli: “Lottiamo insieme per il nostro ospedale”
Articolo successivoContinua il cammino di Granoro al fianco della SSC Bari: altre due stagioni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.