Home Politica Aumento tariffe trasporto scolastico, l’Amministrazione: “Necessario per migliorare il servizio”

Aumento tariffe trasporto scolastico, l’Amministrazione: “Necessario per migliorare il servizio”

1

Tariffe trasporto scolastico, una nota dell’Amministrazione
Le tariffe del trasporto scolastico sinora in vigore, mai modificate da almeno dieci anni, erano stabilite per tipologia di ordine e grado della scuola frequentata da chi usufruiva del servizio:
– SCUOLA DELL’INFANZIA
Parametro ISEE fino a € 10.000,00: € 6,00;
Parametro ISEE oltre € 10.000,00: € 12,00.

– SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI 1° e 2° GRADO (SCUOLA DELL’OBBLIGO)
Parametro ISEE fino a € 10.000,00: € 16,00;
Parametro ISEE oltre € 10.000,00: € 20,00.
Si è valutato necessario determinare un unico criterio, regolato solo dalle fasce di reddito, a prescindere dall’ordine e dal grado di scuola che si frequenta, anche perché il metodo adottato in precedenza era molto distante da una logica di copertura dei costi del servizio , almeno in percentuali ragionevoli.
Infatti facendo riferimento a quanto accaduto negli anni precedenti, fermo restando la vetustà delle tariffe applicate, non si è riusciti a recuperare, dalla contribuzione richiesta all’utenza, nemmeno il 10% del costo totale del sevizio.

Si consideri che, compito dell’Amministrazione è assicurare un servizio pubblico, pur nella difesa di un ragionevole equilibrio economico.

Questa forbice così larga tra spesa e recupero di costo è la conseguenza di anni di mancato adeguamento alla realtà e al servizio stesso che nel tempo ha richiesto maggiori risorse da investire per assicurare anche solo standard minimi.
Un appiattimento delle tariffe verso il basso di fatto non ha consentito standard qualitativi più alti.

Ora, quindi, si è partiti dal costo del servizio, definendo un criterio, regolato solo dalle fasce di reddito allargando in realtà la fascia di esenzione totale che, anziché garantirla solo per redditi con ISEE pari a zero, viene estesa a redditi con ISEE fino a 3000€.
Le fasce così individuate partano da un minimo di 10€ con aumenti graduali di 5€ a fascia.

É opportuno sottolineare come il costo si riferisce ad un blocco composto da 20 tiket di validità giornaliera. I tiket non hanno scadenza temporale e quindi possono essere utilizzati nei giorni effettivi in cui si usufruisce del servizio.
A tal proposito, si deduce che per la fascia di reddito ISEE più alta, il costo del servizio sarebbe di 2€ al giorno.

Articolo precedente“Anche sulla scuola inerzia e superficialità dell’Amministrazione”, scrivono Nuova Umanità ed APE
Articolo successivoTrani-Corato 2-1(C.I). Sconfitta indolore per i neroverdi contro il Trani

1 commento

  1. Il manifesto affisso dal Comune di Corato parla chiaro: “quote di contribuzione mensile”. In questo comunicato stampa, invece si parla di “ticket”. “Le parole sono importanti”, diceva Nanni Moretti. La confusione nella quale naviga questa amministrazione è massima.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.