Home Editoriale Lui è peggio di me – La resa dei conti… Perrone vs...

Lui è peggio di me – La resa dei conti… Perrone vs D’Introno

0

La sensazione che si stia cadendo dalla padella alla brace è sempre più verosimile e i siparietti, come avevamo già anticipato, che stanno caratterizzando la vita politica della nostra città lasciano spazio solo a una totale confusione nei cittadini oltre a procurare seri danni alla città di Corato.

Al momento le dimissioni del sindaco che passano come gesto eroico, sono rispettabili ma alquanto discutibili se non vengono accompagnate, aldilà dei suoi ripensamenti o meno, e in ogni caso, da un chiarimento circa le motivazioni che l’hanno spinto in tale direzione.

Motivi politici, motivi etico morali, personali, la città ha diritto di sapere altrimenti l’adito a illazioni non è da escludere.

Quello che sta accadendo, lascia spazio a libere interpretazioni.

Logiche di spartizioni che non mettono d’accordo maggioranza e sindaco, disaccordo su alcuni nomi della giunta, strategie politiche da ambo le parti, qualche sassolino da cui “the brothers” devono liberarsi consapevoli di “avere il mazzo delle carte in mano”, monitorare il consenso a seguito delle dimissioni (i social aiutano), rafforzare la figura del sindaco nell’opinione pubblica?

È ormai chiaro che il metodo antiPerrone ripaga ed è la carta vincente su cui puntare in campagna elettorale in caso di elezioni anticipate, vincerebbe anche “Willy il Coyote”.

Insomma se c’è una strategia e “il fine giustifica i mezzi” i mezzi sono quasi in stile Perrone della serie lui è peggio di me, si sono solo capovolti i ruoli e forse è cambiata la regia.
Che qualcuno abbia covato la serpe in seno?

Lo scontro potrebbe essere tra titani mentre il paese affonda.

Certo è, che qualsiasi sia la ragione e per mano di chi, è imperdonabile che la crisi politica si sia ufficialmente aperta il giorno di convocazione del primo consiglio.

Se vero è, che il nemico si combatte dall’interno è anche vero che il male si poteva prevenire perché prima che dietro le dune sorge l’alba, prima dell’alba molti potrebbero essere i feriti.

Non ci resta che aspettare il prossimo consiglio comunale che si terrà il 29 luglio e in quella sede probabilmente molte carte si scopriranno.

Sempre e solo i coratini.

 

Articolo precedentePerrone vs D’Introno un amore mai sbocciato – Dopo le dimissioni del sindaco fumata nera anche per il presidente del consiglio
Articolo successivoPrevisione meteo fulmini e saette previste il 29 luglio sul palazzo di città – Perrone vs D’Introno la sfida continua…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.