Home Politica Energy Manager a Corato: una figura di cui non sappiamo nulla. Come...

Energy Manager a Corato: una figura di cui non sappiamo nulla. Come abbiamo speso 25.175,99 euro?

0

Il 01/07/2022 era scaduto il contratto ( 17.763,20 euro in due anni ) con l’Energy Manager nominato a Giugno 2020. Forse la nostra Amministrazione lo aveva dimenticato, quindi, anziché procedere ad un nuovo affidamento, ha pensato bene, il 21/07/2022, di prorogare allo stesso tecnico per dieci mesi il contratto scaduto, al costo di 7.409,79 euro. Sarà legittima la procedura?

Cosa abbiamo ottenuto in cambio di questi soldi spesi?

Compiti dell’Energy Manager ( stabiliti dalla legge):
* misurare i consumi e fare la diagnosi energetica
* promuovere attività e investimenti per migliorare l’efficienza energetica e ridurre i costi
* favorire l’uso di fonti rinnovabili
* individuare le azioni, gli interventi, le procedure e ciò che serve per promuovere l’uso razionale dell’energia.
* Inoltre elabora i bilanci energetici
* L’energy manager ha anche l’incarico di monitorare lo stato dei lavori e la corretta esecuzione delle prestazioni previste dai contratti di Servizio Energia.

Non dubitiamo che il tecnico incaricato abbia svolto bene tutti i compiti affidatigli, ma nel sito del Comune non si trova traccia di questa attività, né ricordiamo che se ne sia parlato in Consiglio Comunale o nelle Commissioni; speriamo di essere smentiti e che la documentazione sia disponibile senza dover ricorrere ad accesso agli atti e che Consiglio e/o Commissioni siano stati informati.
Il tema “energia” è particolarmente sentito a causa delle recenti vicende, sia per quanto riguarda lo stato della pubblica illuminazione sia per i maggiori costi per il Comune derivanti dall’aumento dei prezzi dell’energia; il lavoro dell’Energy Manager diventa perciò di fondamentale importanza, ed è bene che i cittadini, direttamente nel sito, o tramite Commissioni o in Consiglio Comunale, siano messi al corrente di ciò che si sta facendo

Articolo precedenteAl via un questionario di indagine conoscitiva per le imprese coratine: come partecipare
Articolo successivoProgetto Intercultura: dalla Turchia e dal Giappone due studentesse al Liceo “Oriani”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.