Home L'angolo della satira (Video) ‘Ndo Covidde, senza cerviedde

(Video) ‘Ndo Covidde, senza cerviedde

0

L’angolo della satira a cura di Nemesi
Il vernacolo applicato alla satira politica e di costume

‘Ndo Covidde, senza cerviedde

Quann’accummezò paraje ‘na ‘mbluenze
Tutte penzaine: quand’ava durà?
Nesciune capì ca erre na pestelenze
E ca ne stemme proprie a’nguaià

Doppe tre mise paraje fernute
Accummenzò l’estate e scemme ‘o mare
Feste, zennannà e zite vestute
Nesciune faciaje ‘u ciunn’amare.

Po’ arrevò la cambagne elettorale
Cumizie, feste, abbrazze e vase
Le candidate s’ane pertate male
So’ tutt’uguale le melune de Vlase.

E accame allendemme ‘u destanziamende
Acchessì aumendaine assè le malate
Ma la gende da sta recchie nan sende
E le crestiane ane muerte a palate.

Assembramende, fieste e casine
Mezz’alla strade, ‘nnanze arre scole
‘nnanze alle barre, ‘ndalle velline,
viecchie, uagnenastre, cape de ciole.

Mo an’accumenzate re vaccinanzione
Da Natale a Pasque avemma speccià
Finalmente! Chess’è la soluzione!
Ma Pasque è passate, senza quagghià.

E do nan se vaide ancora la lusce
e ce la processione s’è fermate
la cere sembe chiù se strusce
E nan s’abbascene le cuntaggiate.

Manghene le miedece e l’mbermiere
Nan apre angore ‘u spedale du Levande.
Cumbà vevimene ne becchiere de miere
E pregame la Madonne pe’ tutte le Sande.

Nemesi

Articolo precedenteIl Corato mette le mani sul bottino playoff, T.Orta Nova-Corato: 0-1
Articolo successivoLa Matteotti lotta ma stecca al PalaLosito, Mola passa con merito: 57-63

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.