Home Teatro Al teatro in scena la commedia in vernacolo “Insonnia di una notte...

Al teatro in scena la commedia in vernacolo “Insonnia di una notte d’estate”

0
Insonnia di una notte d’estate (mò arrìvene le frestìere)”.
 
Dopo aver collezionato ben trentadue repliche dal 2012 al 2017, la compagnia teatrale amatoriale “una famiglia a teatro”, riporta in scena, il 21 e il 22 maggio al teatro Comunale di Corato, la commedia, in vernacolo coratino,  scritta e diretta da Gerardo Strippoli “Insonnia di una notte d’estate (mò arrìvene le frestìere)”. Uno spaccato di vita vissuta della Corato degli anni ’60.
È ferragosto con il torrido caldo d’estate. L’arsura si combatte e si fronteggiare con litri di acqua e un pò di ghiaccio. Solo l’avvicinarsi della festa patronale prende il passo sul clima ardente, lo stesso clima che si vive nella famiglia protagonista. Due sono i fronti e gli stati d’animo contrapposti: la gioia di rivedere parenti da tempo immigrati in francia da un lato, il disagio derivante proprio dalla necessità di ospitare, nell’umile casa, i parenti tornati al paese natio per vivere la tanto attesa festa patronale
dall’altro.
Per i poveri padroni di casa Martemè  e Colètte ne derivano notti insonni, ansia e nervosismo. I ritmi e le abitudini di vita diverse e più confortevoli dei parenti venuti da lontano scaldano ancora di più il clima. Ma alla fine il sentimento più nobile prevale sulle diversità, sulle abitudini, sui pregiudizi: l’amore e il bisogno di ritrovarsi.
Si è tutti in famiglia, è festa, non c’è più spazio per le incomprensioni, c’è solo gioia, entusiasmo e voglia di stare insieme.
Info contatti: 368/7099065
Articolo precedenteI coratini Marchetti e Scaringella riassaporano i profumi di calcio professionistico
Articolo successivoScuola dell’infanzia Madonna Pellegrina: inaugurata oggi la nuova sede

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.