Home Coronavirus ORDINANZA COMMISSARIALE N. 09/2020 – REGOLAMENTAZIONE E LIMITAZIONE ACCESSI AGLI UFFICI COMUNALI.

ORDINANZA COMMISSARIALE N. 09/2020 – REGOLAMENTAZIONE E LIMITAZIONE ACCESSI AGLI UFFICI COMUNALI.

0

OGGETTO:”MISURE DI PRECAUZIONE E CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DELLA EPIDEMIA DA COVID-19; REGOLAMENTAZIONE E LIMITAZIONE ACCESSI AGLI UFFICI COMUNALI.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

Allo scopo di dare attuazione alle misure di contrasto finalizzate al contenimento della diffusione di contagi da virus Covid-19 (coronavirus) sul territorio comunale e di prevenire, in modo appropriato e secondo i principi di efficace precauzione e prescritta prevenzione, i possibili affollamenti che non di rado si verificano negli uffici pubblici;

Visti:

il decreto Legge n. 6 del 23 febbraio 2020;

il DPCM del 23 febbraio 2020;

il DPCM del 25 febbraio 2020;

il DPCM del 1 marzo 2020;

il DPCM del 4 marzo 2020;

il DPCM dell’8 marzo 2020;

Visto in particolare il D.P.C.M. del 9 marzo 2020 che ha esteso a tutto il territorio nazionale le misure restrittive sul comportamento da tenere, previste precedentemente per le sole zone definite “rossa” e dettagliatamente individuate nel citato D.P.C.NM. dell’8 marzo 2020;

le ordinanze del Presidente della Regione Puglia n. 175 e n. 176 dell’8 marzo 2020;

richiamato l’art. 50 del D.Lgs. 267/2000;

ORDINA

  • Con decorrenza immediata e fino al 3 aprile 2020, l’accesso agli uffici comunali è consentito esclusivamente per servizi, atti e procedure urgenti e non rinviabili, previo appuntamento con gli uffici competenti da contattare ai numeri telefonici di cui all’elenco allegato o secondo diverse modalità che saranno fissate dai Dirigenti competenti, pure oggetto di pubblicizzazione;
  • L’accesso fisico agli uffici sarà organizzato secondo le disposizioni dei Dirigenti responsabili nel rigoroso rispetto del DPCM e delle ordinanze sopra richiamate;

I Dirigenti saranno tenuti a fornire al servizio uscierato, laddove presente o all’uopo organizzato per la regolazione del flusso ed il presidio degli ingressi, almeno 24 ore prima, l’elenco degli utenti prenotati con relativo orario concordato di accesso. Sarà. pertanto inibito l’accesso agli utenti che non ottemperino alle modalità prescritte.

  • Ogni altra richiesta di informazione o istanza che non presenti i caratteri della indifferibilità e dell’urgenza dovrà essere prodotta unicamente per via telematica, a mezzo posta elettronica certificata, al seguente indirizzo: corato@cert.poliscomuneamico.net o agli altri indirizzi che saranno resi noti dai singoli dirigenti e pubblicati sul sito istituzionale;
  • Per la celebrazione di matrimoni o pubblicazioni di matrimonio, l’accesso agli uffici è consentito esclusivamente ai nubendi e ai testimoni direttamente interessati, al fine di evitare assembramenti in spazi ristretti, nei quali non è possibile il rispetto delle distanze interpersonali minime di sicurezza.
  • Per gli adempimenti collegati a servizi essenziali, non rinviabili e/o programmabili (cimitero, stato civile) resta ferma la necessità di contingentare gli accessi agli uffici, assicurando modalità idonee ad evitare assembramenti, sovraffollamenti e rispetto della distanza di sicurezza interpersonale, come indicato nel D.P.C.M. 8.3.2020 così come modificato dal D.P.C.M. 9.3.2020.
  • Sarà compito dei Dirigenti l’emanazione di provvedimenti tesi ad organizzare nel dettaglio i servizi di competenza.

La presente ordinanza è pubblicata all’Albo Pretorio, sul sito istituzionale del Comune di Corato e trasmessa al Segretario Generale e, per il seguito di competenza, notificata ai Dirigenti.

dalla sede municipale, lì 10.03.2020

 

il COMMISSARIO STRAORDINARIO

(dott.ssa Paola Maria Bianca Schettini)

 

 

 

 

 

 

Articolo precedenteAndria Coronavirus: esaminate a Palazzo di Città le misure del Governo per le attività commerciali locali
Articolo successivoCoronavirus: STAGIONE TEATRALE 2019/2020 VARIAZIONI DATE SPETTACOLI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.