Home Comunicazioni Il Comune aderisce al progetto “Treno della Memoria”: avviso pubblico per 30...

Il Comune aderisce al progetto “Treno della Memoria”: avviso pubblico per 30 partecipanti

0

Il Comune di Corato, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Treno della Memoria”, ha pubblicato, sul Sito Istituzionale, l’avviso pubblico per la partecipazione di 30 giovani, tra i 18 e i 30 anni, al progetto “Il Treno della Memoria 2022″ approvato con delibera di Giunta Comunale n.207 del 12 novembre 2021.
Il “Treno della Memoria” è un viaggio nella storia, nella cultura dell’Europa, nelle contraddizioni dell’Occidente.
È un viaggio nella memoria, i non-luoghi che portarono allo sterminio milioni di uomini e donne, durante la seconda guerra mondiale.
È uno spazio in cui i partecipanti avranno l’opportunità di incontrarsi e approfondire tematiche storiche, sociali e antropologiche, relative alla tragedia del nazifascismo e agli scenari presenti.
Il “Treno della Memoria” si presenta come un’esperienza molto forte, che coinvolge giovani partecipanti in riflessioni profonde che si pongono l’ambizioso obiettivo di stimolare una partecipazione attiva e una conoscenza che, partendo dalle tragiche vicende storiche della seconda Guerra Mondiale, arrivi ad analizzare in maniera critica e costruttiva il presente che li circonda.
Il progetto si svilupperà in due fasi, tra loro consequenziali:
– un ciclo di appuntamenti (in presenza e on line) attraverso i quali si intende fornire a chi parteciperà gli strumenti indispensabili per affrontare con consapevolezza il viaggio;
– un viaggio, da realizzare nei mesi compresi tra gennaio e marzo 2022, secondo un calendario che sarà definito dagli organizzatori nelle prossime settimane, con destinazioni finali Cracovia e Auschwitz (Polonia).
Queste due mete non saranno le uniche destinazioni del percorso previsto dal progetto. Infatti, al fine di ampliare il respiro europeo dell’esperienza da proporre ai giovani pugliesi, l’Associazione “Treno della Memoria” ha ritenuto opportuno introdurre una tappa intermedia, che permetterà ai partecipanti all’edizione 2022, di visitare la città di Berlino o di Praga o di Budapest.
Raggiunta Cracovia, tutti i viaggiatori visiteranno l’ex ghetto ebraico e i campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui sarà dedicata un’intera giornata che si concluderà con una cerimonia di commemorazione presso il “Piazzale dell’Appello”.
Possono fare domanda e ottenere il cofinanziamento del Comune per partecipare al progetto “Il Treno della Memoria” ragazze e ragazzi residenti nel Comune di Corato, che abbiano un’età compresa tra 18 e 30 anni, che non abbiano mai partecipato al progetto “Il Treno della Memoria” o ad analoghi progetti organizzati da altri Enti.
Il Comune di Corato favorirà la partecipazione elargendo un contributo di € 230,00 per ciascun partecipante, che dovrà a sua volta versare, direttamente all’Associazione Treno della Memoria, la somma di € 150,00.
La domanda di partecipazione, redatta secondo il Modello predisposto, disponibile sul Sito del Comune di Corato al link https://bit.ly/trenomemoria22, con allegata fotocopia del documento di identità, dovrà indicare nell’oggetto “Treno della Memoria 2022 – richiesta di partecipazione” e, nel corpo, contenere nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza, numero telefonico e indirizzo e-mail del richiedente.
Le domande di partecipazione dovranno pervenire o a mezzo posta elettronica all’indirizzo protocollo@pec.comune.corato.ba.it oppure consegnata brevi manu all’Ufficio Protocollo dell’Ente entro le ore 12:00 del giorno 23.11.2021.
Qualora le domande dovessero essere superiori a n. 30 si procederà alla selezione secondo l’ ordine di arrivo al protocollo del Comune.
“E’ una iniziativa importantissima, assunta dalle politiche giovanili del nostro Comune. Conoscere la tragedia dell’Olocausto è un passaggio fondamentale per acquisire consapevolezza della complessità e fragilità del mondo in cui viviamo. – Dichiara il Sindaco, De Benedittis – Invito le scuole superiori della città, a sensibilizzare i propri studenti e le proprie studentesse, favorendone la convinta partecipazione.”

Articolo precedenteSequestri lampo di persona nel nord barese, Piarulli: «La criminalità sta alzando il tiro, il Governo dia risposte immediate»
Articolo successivoSi è costituita, a Corato, l’unità di crisi del settore olivicolo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.