Home Comunicazioni Corato avrà un nuovo Asilo Nido: il progetto ammesso al finanziamento PNRR

Corato avrà un nuovo Asilo Nido: il progetto ammesso al finanziamento PNRR

0

C. S.
Il progetto del Comune di Corato ammesso al finanziamento PNRR “Futura – La scuola per l’Italia di domani – Asili nido”
In questi giorni, la proposta del comune di Corato per la costruzione di un nuovo asilo nido, candidata nei mesi scorsi al bando PNRR “Futura – La scuola per l’Italia di domani – Asili nido”, è stata inserita nelle graduatorie del Ministero e ammessa al finanziamento di 5.000.000 di euro.
Partendo dalla considerazione di una carenza strutturale di Asili Nido pubblici nel territorio di Corato, disponendo di un solo Asilo Nido comunale che riesce a coprire circa il 10% del fabbisogno della popolazione 0-2 anni, l’Amministrazione Comunale ha deciso di puntare a colmare questa lacuna, dotando il territorio di un nuovo Asilo Nido.
La proposta candidata dal Comune di Corato prevede, infatti, la costruzione del nuovo Asilo Nido in via Della Macina, settore urbano maggiormente sguarnito, raggiungendo la copertura di circa il 25% della popolazione totale e puntando a standard qualitativi molto elevati.
L’importo di 5.000.000 di euro, tra i più alti nella graduatoria ministeriale, nel progetto di fattibilità tecnico/economica, è stato determinato puntando, infatti, sulla qualità del costruire, che significa approccio sostenibile, rispetto dei criteri minimi ambientali (CAM), utilizzo di tecniche e materiali naturali per ottenere spazi educativi innovativi, inclusivi, sostenibili, che puntino al benessere e al confort ambientale.
L’impianto planimetrico, inoltre, è concepito in modo tale da creare aggregazioni di spazi che si sviluppano e articolano intorno ad accoglienti corti/spazi aperti. Lo spazio, quindi, è inteso come ulteriore elemento educativo e funzionaleall’attività didattica.
Secondo la tempistica dettata dal PNRR, i lavori inizieranno entro il 2023 e saranno conclusi nel 2026.
Il Ministero, al 70% dei Comuni presenti in graduatoria e ammessi a finanziamento, tra cui anche il Comune di Bari, nei prossimi giorni chiederà le necessarie integrazioni documentali per dare seguito alle procedure previste dal bando. A questo, infatti, si riferisce il termine “Riserva”, riportato a latere in graduatoria, e non all’accezione di “Ammissione con riserva”.
“È un importante risultato per il Comune di Corato e per l’amministrazione De Benedittis. Ringrazio l’assessore Antonella Varesano, l’ufficio tecnico e l’ufficio di gabinetto per l’ottimo lavoro svolto. – Dichiara il Sindaco De Benedittis – Siamo una città in movimento e in crescita.”

Articolo precedenteCorato non ottiene i fondi Pnrr per asili nido, Direzione Corato: “L’Amministrazione si attivi”
Articolo successivo“Pedalando con i Santi” alla scoperta del nostro territorio: appuntamento in piazza Cesare Battisti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.