Home Attualità Pulizia Cimitero: i fatti, le domande (che resteranno senza risposta)…

Pulizia Cimitero: i fatti, le domande (che resteranno senza risposta)…

0

di Carmine Patruno
La pulizia del cimitero è SEMPRE stata effettuata almeno fino a tutto il 2019, con lavori affidati ad ASIPU con regolare determina, che comprendeva “la custodia, tumulazioni, inumazioni, estumulazioni, trasporto interno, servizio navetta disabili, lampade votive, PULIZIA”.
Poi, sono arrivati i nostri amministratori e tali determine, a quanto si vede nel sito del Comune, NON CI SONO PIU’ STATE.
Ecco tutto quanto ha fatto l’attuale amministrazione:
• Dicembre 2020: Taglio erba infestante in vie, piazze, parco e CIMITERO
• Aprile 2021: Scerbatura aiuole centro urbano, parco e CIMITERO
• Agosto 2021: Bonifica immobili comunali presso il CIMITERO, rimozione guano ed escrementi uccelli, compresa sanificazione; lavoro affidato ad ASIPU, in quanto autorizzata per “rifiuti speciali non pericolosi con FIR”
• Gennaio 2022: parte l’iter per la manutenzione straordinaria di alcuni tratti.
Questo è quanto, nonostante il pippone autocelebrativo del Comune. Non si trovano, nel sito del Comune, altri affidamenti per pulizia, salvo un piccolo affidamento, sempre ad ASIPU, per rimozione rifiuti ospedalieri cimiteriali.
All’improvviso si scopre che l’ultima pulizia ( a quanto risulta molto parziale) “era programmata da tempo” e che “non ci sono costi aggiuntivi per il comune”.
Domande:
• alla faccia del “avevamo programmato da tempo”, leit motiv che fa il paio con “abbiamo fortemente voluto”, non è che si è data una accelerata, magari superando qualche “formalità”, solo perché erano pervenuti solleciti da parte dell’Ufficio Igiene, che paventava addirittura LA CHIUSURA DEL CIMITERO PER PROBLEMI IGIENICO-SANITARI?
• Perchè non c’è traccia, nel Sito del Comune, di nuovi affidamenti per la pulizia del Cimitero?
• Nelle cerimonie presenziate da mezza Amministrazione il 2 Novembre ed il 1° Maggio 2021, non si erano accorti di nulla?
• Se “non ci sono costi aggiuntivi”, forse vuol dire che chi DOVEVA fare quel lavoro non lo aveva fatto in precedenza?
• SANB dispone di licenza per il trattamento dei rifiuti speciali?
• E perché, se non c’erano da sostenere costi aggiuntivi, ad Agosto 2021 furono spesi circa 5.000 euro per lo stesso tipo di pulizia, affidandoli ad ASIPU?
Ultima considerazione:
• Prendo atto con piacere e plaudo all’impegno del consigliere D’Imperio; ma siamo sicuri che si stanno rispettando Statuto, Regolamento, TUEL, in merito ai consiglieri delegati?

 

Articolo precedente“L’Acquasala di San Cataldo”: l’iniziativa delle attività di ristorazione per la Festa del Santo Patrono
Articolo successivoClima infuocato tra la capogruppo PD Avv. Nadia D’Introno ed il Sindaco Prof. Corrado Nicola De Benedittis

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.