Home Attualità No alla guerra in Ucraina, il messaggio di pace dei bambini della...

No alla guerra in Ucraina, il messaggio di pace dei bambini della classe 2^D della scuola Cifarelli

5

Improvvisamente, in un giorno di scuola uguale a molti altri, avvengono nel mondo accadimenti storici epocali e densi di significato sociale ed etico. La guerra è un evento storico che possiamo definire “inspiegabile” alla mente infantile: è paradossale, è inutile, è spaventosa. La guerra incarna nell’immaginario del bambino la situazione spaventosa che sovverte l’ordine noto delle cose, che rende il domani imprevedibile …
“Maestra perché c’è la guerra e i bimbi scappano in fretta dai loro paesi? ” ha chiesto un alunno, in classe. La domanda molto semplice racchiude la ricerca di significato che ogni bambino, più o meno consciamente, opera per attribuire un senso a quello che sente, vede e percepisce.
Impossibile spiegare un evento bellico, se non a livello di implicazioni socio economiche e geo politiche. Ma un bambino, alunno di scuola primaria, è ben lungi dalle dinamiche di equilibrio internazionale tra nazioni, e vede la guerra dal suo punto di vista e si interroga sul destino di altri bambini suoi coetanei.
Non serve spiegare la guerra, è utile solo educare alla Pace, a partire dall’esperienza quotidiana, dalle relazioni di ogni giorno, dal rispetto per ciascun individuo, per il pianeta, per i valori diversi e personali. È da piccoli che si Educa alla Pace: una Pace vissuta e sentita, messa in atto nei piccoli gesti.
“Ho fatto ascoltare in classe il testo del noto brano” HEAL THE WORLD “di Michael Jackson – racconta una maestra – e dagli stessi alunni è nata l’idea di inneggiare alla pace con il linguaggio universale della musica e del movimento” .
“Ecco il nostro messaggio, il messaggio dei giovanissimi alunni della classe 2d della Scuola primaria Cifarelli: la pace è un gesto semplice, una nota, un suono… la pace si comunica senza troppe Parole” .

Articolo precedenteAdriatica Industriale, ad Ostuni per continuare a sognare
Articolo successivoOpere provvisionali in Largo Abbazia

5 Commenti

  1. Grazie mille Antonella per il coinvolgimento e la consapevolezza del valore della pace che trasmetti ai tuoi bambini!!
    Beatrice

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.