Home Attualità Festa dell’Albero: piantati quattro “alberi di Giuda” in piazza Ospedale

Festa dell’Albero: piantati quattro “alberi di Giuda” in piazza Ospedale

0

Nasce da una fattiva collaborazione tra terzo settore e comuni e volenterosi cittadini l’evento per celebrare la Festa dell’Albero che si è svolto sabato 12 febbraio in Piazza Ospedale.

Per l’occasione, il Circolo Legambiente “Angelo Vassallo” e gli abitanti della zona hanno provveduto a piantumare quattro “alberi di Giuda” (Cercis siliquastrum) per ripristinare l’originario patrimonio arboreo della piazzetta nei pressi del vecchio nosocomio cittadino che da anni vedeva alcuni alvaretti completamente spogli, il tutto con il supporto di una ditta specializzata del settore, Giulio Cozzoli. La “Giornata nazionale degli alberi” è stata riconosciuta da una legge nazionale (la numero 10 del 2013) in modo tale da “perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani”. La Giornata degli alberi cade il 21 novembre di ogni anno, anche se quest’anno si è atteso per celebrarla per rispetto delle restrizioni dovute a Covid-19. Nella nostra città, purtroppo, si è in ritardo anche con altre disposizioni contenute in quella stessa legge, come l’effettivo rispetto dell’obbligo, per ogni comune, di porre a dimora un albero per ogni neonato, già previsto da una legge del 1992, o con la promozione di altre iniziative per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, comprese la previsione di capitolati per le opere a verde che prevedano l’obbligo delle necessarie infrastrutture di servizio di irrigazione e drenaggio e specifiche schede tecniche sulle essenze vegetali e la creazione di percorsi formativi per il personale addetto alla manutenzione del verde e alla sensibilizzazione della cittadinanza alla cultura del verde attraverso i canali di comunicazione e di informazione. Per questo, coniugando due temi cari all’associazione ambientalista, cura del verde e educazione ambientale, e poiché Legambiente è tra le associazioni che hanno sottoscritto il “Patto della Lettura” il 5 novembre scorso, durante l’evento si è data anche lettura di un brano della poesia “Tu raccoglierai cento volte” di Kuang-Tsen:

Se fai progetti per un anno, semina il grano.

Se i tuoi progetti si estendono a dieci anni, pianta un albero.

Se i progetti abbracciano cento anni, istruisci un popolo. Seminando un grano alla volta, ti assicuri un raccolto. Se pianti un albero, tu farai dieci raccolti.

Se istruisci un popolo, tu raccoglierai cento volte.

Questo piccolo evento cittadino ha regalato a tutti i presenti un grande esempio di lavoro di squadra, per cui vanno ringraziati l’operatore della ditta Cozzoli che ha svolto i lavori, i residenti, compresi i tanti bambini che ci hanno aiutato a dare la prima acqua agli alberi e infine le istituzioni cittadine, Polizia Locale e il Comune di Corato, che hanno reso possibile svolgere l’evento in sicurezza e nel rispetto del verde urbano preesistente.

Articolo precedenteI Giovani Democratici all’Amministrazione: “Necessari gli organi di partecipazione”
Articolo successivoLa Matteotti cerca il poker contro Mesagne

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.